Ve lo avevamo già detto che a Spazio81 si rivolgono i grandi maestri dello scatto? Sì, molte volte. E sapete perché? Semplice: perché è vero. I grandi fotografi quando si tratta di stampare le loro opere non possono accontentarsi di niente di meno dell'eccellenza, l'eccellenza che i nostri tecnici possono garantire... E anche Lorenzo Zoppolato, classe 1990, giovane fotografo dotato di un talento davvero fuori del comune, che a soli 26 anni ha già vinto moltissimi premi, classificandosi nel 2015 al primo posto nella categoria emergenti al "Black&White Photographer of the year", ha scelto Spazio81 per stampare tutte le fotografie della sua ultima mostra "Sussurri riflessi - Beyond the image", realizzata con il patrocinio del Comune di Udine e il sostegno dell'Associazione Culturale On Art del capoluogo friulano. Venti opere formato 50 x 70 sono state dunque stampate dai bravissimi tecnici di Spazio81 su carta satinata semilucida per conferire la massima enfasi alla drammaticità del bianco e nero. «Per Lorenzo Zoppolato il bianco e nero è una scelta estetica ma anche e soprattutto una filosofia», afferma Chiara Filipponi, curatrice della mostra. «Nel bianco e nero luci e ombre sono le protagoniste del racconto visivo e rappresentano un preciso richiamo al suo topic prediletto, quel dialogo tra vita e morte che costituisce la cifra del suo incisivo linguaggio artistico». La mostra, che ha aperto i battenti il 17 giugno e resterà aperta fino al 17 luglio presso la galleria Tina Modotti di Udine, è un viaggio in una Sicilia sospesa tra passato e presente, tra vita e morte. Tutte le fotografie (tranne una) sono state scattate dal giovane talento a Trapani, durante la processione della Settimana Santa chiamata "Misteri", un evento che si ripete ogni Venerdì Santo da quattrocento anni, mantenendo intatto il suo valore spirituale e il suo profondo legame con la città. Guardare le immagini di Zoppolato regala un'emozione autentica quanto antica: gesti e rituali senza tempo si alternano a sprazzi di modernità e spregiudicatezza del mondo nuovo due punto zero... «Sono interessato alle pieghe della realtà, nella quale si può trovare per qualche secondo una realtà più profonda di quella rappresentata», spiega l'artista. «La vita e la festa. La morte e il lutto: non si possono fotografare, ma si possono fotografare situazione che li evocano». "Sussurri riflessi" vi aspetta a Udine nella già citata galleria civica fotografica Tina Modotti, via Paolo Sarpi, il venerdì dalle 18.00 alle 21.00 e il sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00 con ingresso libero.

mostra zoppolato - Copia

 

popupestate2k19.jpg